AMICI CHE SEGUONO IL BLOG

mercoledì 28 dicembre 2011

RANOCCHIETTE.....SEGNAPOSTO

Ciaoooo!
Queste me le stavo proprio dimenticando...
Chi mi segue da un po', sa che per il pranzo di Natale, mi piace che ogni invitato si porti a casa un mio piccolo ricordo.
Come segnaposto per la tavola di quest'anno ho pensato a qualcosa di goloso abbinato a una cosina divertente.
Allora mi sono detta...visto che come dolce ci sara' il pandoro...non posso dare anche il panettone...infatti dopo i primi, c'era qualcuno che cominciava ad allentare la cintura dei pantaloni...^-^
Allora il giorno prima ho fatto dei panettoncini piccoli, li ho confezionati in sacchetti trasparenti e li ho chiusi abbinati a una ranocchietta che aveva una pinzetta tipo portafoto in modo da applicare il biglietto di auguri con dietro il nome del commensale.
Il risultato e' stato questo.
Qui un primo piano dei panettoncini......scusate ma mi ero dimenticata di fare la foto di gruppo.......^-^
Gli invitati hanno apprezzato il pensiero...soprattutto il panettoncino...per le ranocchiette spero tanto che portino fortuna anche a loro...
Ciao alla prossima....^-^

martedì 27 dicembre 2011

ALBERELLI DI NATALE YO YO

Hello!!! Come vi avevo promesso, sto cercando di aggiornare il blog.
Del resto questi alberelli non li potevo postare prima perche' erano dei pensierini di Natale che ho fatto ad amici e anche a dei colleghi...non volevo rovinare la sorpresa così ora finalmente ve li posso mostrare.
Sono degli alberelli di stoffa yo yo.
Il nome lo prendono da una serie della clover chiamata appunto yo yo che facilita e di molto il confezionamento dei vari dischetti di stoffa.
Il set e' uno dei regalini di Natale che mi sono fatta e devo dire che ne sono rimasta entusiasta.
L'ho inaugurato subito per confezionare questi alberelli piccolini ...saranno alti su per giu' circa 15 cm. adatti direi per essere appoggiati magari su una scrivania.
Dopo aver preparato i vari pezzi di yo yo di varie forme si incollano uno sopra l'altro con la colla a caldo e si finiscono poi con un piccolo vasetto di coccio.
Eccoli qui.


Qui come li ho confezionati, un sacchettino trasparente, un po' di imbottitura per simulare la neve, un bel fiocchetto rosso tutto nataloso...e....opla' il regalino e' bello che pronto.


Ok spero vi siano piaciuti....ora vi lascio, buona settimana a tutti quelli che passano di qui.
Ciaoooooo! ^-^

lunedì 26 dicembre 2011

RANOCCHIE .....PORTAFORTUNA.

Ciao carissimi, buon S.Stefano a tutti.
Eccomi qui, vi siete ripresi dal pranzo di Natale??
Bene bravi, le feste pero' non sono ancora finite, quindi si va ancora di panettone, pandoro e dolcetti vari ancora per qualche giorno.
Oggi mi godro' un po' di riposo e magari nel pomeriggio vedro' di uncinettare un po', cosi' saro' in pieno relax.
Tornando al discorso regalini di natale, quest'anno ero stata contattata da una mia amica conosciuta sul web che voleva fare un mercatino di natale per beneficenza ad un'associazione per la lotta contro i tumori.
Mi chiese se volevo contribuire anchio con qualche cosina fatta da me.
Ok! le dissi perche' no, almeno per questo Natale faro' falcosa di buono.
Pensa e ripensa, ho deciso di utilizzare la pasta di mais.
Ho fatto cosi' delle ranocchiette porta fortuna.
In pratica sono delle ranocchiette con il cappuccio di Babbo Natale (del resto erano per un mercatino di Natale).
Volevo pero' farle portafortuna e soprattutto "strappare" un sorriso a chi le riceveva.
Anziche' la linguetta della rana ho infilato nella bocca un centesimo....
Ne ho fatte cosi' 50 e le ho spedite alla mia amica.
Mi arrivo' una sua mail che diceva "esagerata, ne hai fatte cosi' tante?!"
Dopo qualche giorno mi arrivo' un'altra sua mail...che mi diceva...."accipicchia e io che pensavo che erano tantissime, invece sono andate letteralmente a ruba"
Aaaaaaaaaaaahhh! come sono felice, finalmente sono riuscita a combinare qualcosa di buono anchio...beh! speriamo davvero che chi le riceve sorrida per un attimo...di questi tempi e' bello sorridere anche per cosi' poco.
Ne ho fatte anche come pensierino a delle mie carissime Amiche e chissa' che anche a loro sia spuntato un sorriso.
Ora vi lascio, ma prima voglio augurare a tutti un buon S. Stefano in serenita' con le vostre famiglie....AUGURIIIIIIII!! ^_^


domenica 25 dicembre 2011

ALBERELLI IN PASTA DI MAIS

E la pasta di mais che fine ha fatto?
Tranquille, non l'ho abbandonata, dopo le rose chi la lascia piu'.
Anzi ne ho approfittato per farci anche dei pensierini di natale.
Tra le varie cose, ho fatto questi mini alberello di natale, si possono appendere all'albero vero di natale, ma come soprammobile nataloso vanno benissimo anche da soli.
Eccone qui uno bianco decorato con glitter blu e con delle stelline dello stesso colore.

Oltre alla versione bianca ne ho fatti anche verdi.
Eccoli qui assieme.

Devo dire che anche la pasta di mais e' davvero speciale, non necessita infatti la cottura in forno come il fimo.
L'unico problema e' trovare la ricetta giusta, sul web infatti ce ne sono varie, dopo vari tentativi e varie modifiche si puo' dire di aver trovato la ricetta giusta, con una buona consistenza....e...chissa' che prossimamente vi possa postare un tutorial....ci sto pensando seriamente..
Ora vi lascio, per oggi ho scritto abbastanza, ma prometto che presto vi mostrero' gli altri miei lavori...ciaoooo!

FUORI PORTA BABBO NATALE MOON

Un altro post? Ebbene si, visto che ormai i festeggiamenti per il natale di quest'anno sono per così dire "archiviati", ne approfitto per riposarmi un po' e per procedere con l'aggiornamento delle cosine che ho fatto in questo periodo.
Per il fuori porta di quest'anno ho voluto fare un babbo natale moon.. un babbo natale luna per l'appunto.
E' infatti una mezza luna ma con la faccia di babbo natale e tanto di barba bianca.
Per farlo un po' piu' buffo gli ho fatto anche un paio di occhiali.
Eccolo qui.

IL MIO REGALO...DI BABBO NATALE

Per essere sincera Babbo Natale era passato a casa nostra con qualche giorno di anticipo....^-^ si vede che quest'anno sono stata particolarmente buona....sara' vero?????
Questo comunque e' il mio regalo di Natale, e che sara' mai "questo scatolino" vi starete chiedendo?.
E' la slice, e' praticamente il mio sospirato regalo con il quale si puo' fare di tutto.
Avete presente la big shot?, ecco anche quella era uno dei regali che avrei desiderato, ma pero' le varie fustelle sono un po' costose.
Parlando con le mie Amiche della bottega delle idee di Lecco, mi hanno fatto conoscere questa meravigliosa macchina.
Cos'ha di particolare?.... E' semplicemente fantastica, sì perche' anziche' avere la fustella tradizionale ha una memori card che contiene tantissimi disegni che si possono fare di varie misure.
La card di natale poi, e' semplicemente fantastica.
Così da brava bambina ho scritto la letterina a babbo natale e lui...in un battibaleno mi ha portato questo regalo tanto sospirato.
Eccola la mia nuova slice
Come potevo provare questo mio bellissimo regalo??
Visto che dovevo preparare gli addobbi di natale ho pensato di fare tantissimi fiocchi di neve.
Eccoli qui, fatti di feltro, così li potro' riutilizzare l'anno prossimo, tagliati perfettamente in varie misure.

Ne ho fatti tantissimi.
E dove li avro' messi tutti quanti?
Eccoli qui, li ho usati per addobbare la finestra della sala, e guarda' un po'....c'e' anche il mio albero di natale.
Come inizio devo dire che sono pienamente soddisfatta, anche perche' basta impostare il disegno, scegliere la dimensione voluta...e...la slice fa tutto da sola....miracolosa davvero!

PER LA MIA DOLCE META'

Buon Nataleeee!!
Urca pero'!! e' gia' arrivato il Natale, e come sempre mi vola il tempo.
Lo so, sono un po' in ritardo con l'aggiornamento di questo mio blog, ma non so perche', sara' che gli anni passano, ma il tempo non mi basta mai per riuscire a fare tutte le cose come vorrei.
Ma anche se sono un po' in "arretrato" con gli aggiornamenti, non per questo non ho fatto nulla per l'arrivo della festa che io considero "la piu' bella dell'anno".
Ma procediamo con un po' d'ordine.
Prima di tutto il 18 dicembre mio marito Silvio, ha festeggiato il suo compleanno e per l'occasione volevo preparagli una torta speciale.
Cosi' ho fatto un bel pan di spagna farcito con crema chantilly, ricoperta con pasta di zucchero e decorata con cuoricini azzurri e delle rose di crema di burro.
Il risultato e' stato questo.


Qui il particolare delle rose, mah! per essere le prime che sperimento con la crema di burro e il mio nuovo set di beccucci della wilton, ne sono rimasta soddisfatta, soprattutto per il fatto che si scioglievano in bocca, anche se devo confessare che le primissime erano un disastro, maneggiare il chiodino con una mano e con l'atra il sac a poche e' stata un'impresa.

domenica 20 novembre 2011

IL SIGNOR......PANDORO CON LM

Il mio "bimbo" ovvero il mio lievito madre, si sta preparando al Natale...troppo presto? vi starete chiedendo.
Invece no...perche' sembra lontano questo bellissimo giorno, ma ogni anno arriva in un battibaleno...e immancabilmente riesco sempre ad arrivare in ritardo in qualcosa.
L'anno scorso con il mio lievito avevo preparato il panettone fatto in casa, per chi se lo fosse perso vi invito a guardare -->qui <-- per le varie procedure di preparazione.
Purtroppo allora non ero riuscita a fare il pandoro.....causa l'introvabilita' dello stampo...qui da me e' come cercare l'oro.
Ma quest'anno mi sono organizzata e sono riuscita a trovare lo stampo per preparare il mio "pandorino" da un kg. ^-^.
Alcuni di voi staranno dicendo: "Ma questa non fa prima a comprarsi una pandoro gia' pronto?!". In effetti non avete tutti i torti, ma volete mettere la soddisfazione di vedersi cuocere nel proprio forno un bel pandoro preparato con le proprie manine?!... e il gustarselo poi coi propri cari?...beh! credetemi che per me e' una cosa davvero meravigliosa....
Ma a parte le parole...volete vedere il risultato finale del mio impastare?
Eccolo qui...il mio "signor Pandoro"....così come lo ha chiamato mio marito stamattina quando se lo e' trovato a colazione....INDESCRIVIBILE LA MIA SODDISFAZIONE!!

Ma vi va di conoscere il segreto di questo buonissimo dolce?
Allora pronti via....
Ingredienti per preparare un pandoro da un kg.

Primo Impasto

180 g lievito madre

250 g farina manitoba

40 g acqua

40 g zucchero

1 uovo

1 tuorlo

40 g burro a temperatura ambiente

Secondo Impasto

100 g farina manitoba

100 g farina di media forza

100 g zucchero

2 uova

1 cucchiaino sale

1 bacca di vaniglia

130 g burro per sfogliare


Primo Impasto

Mette il lievito nell’acqua tiepida (30c)

Aggiungete la farina

Aggiungete lo zucchero

Aggiungete le uova

Quando l’impasto si stacca dalle pareti dell’impastatrice, aggiungete il burro a temperatura ambiente un pezzettino alla volta

Continuate ad impastare fino a che tutto e' ben incordato.

Mettete la pasta in un contenitore in modo che non prenda aria

Mettetelo in un posto al caldo , nel forno spento con la lucina accesa va benissimo.

Fate lievitare per 8-12, fino a quando la pasta triplica di volume.

A dire il vero dopo 8 ore era gia' oltre che triplicato...ma non potevo eseguire i procedimenti successivi.....dovevo andare al lavoro e prendermi un giorno di ferie per cuocere il pandoro sarebbe stata una scusa un po' ridicola da spiegare ^-^

Secondo Impasto

Aggiungete meta’ della farina al primo impasto

Iniziate ad impastare

Aggiungete lo zucchero

Aggiungete il sale e la vaniglia

Aggiungete le uova una alla volta

Dopo 5 minuti l’impasto inizierà’ ad incordare e a staccarsi dai bordi dell’impastatrice.

Impastate fino a che l'impasto risulta ben incordato ed elastico.

Mettete l’impasto in una ciotola coperta e mettetelo in frigo per 40 minuti

Sfogliatura

Prendete il burro dal frigo ed appoggiatelo su un pezzo di pellicola trasparente

Copritelo cn un altro pezzo di pellicola trasparente in modo che non si attacchi al mattarello

Formate uno strato di burro di pochi millimetri utilizzando il mattarello

Prendete la pasta da frigo e sfogliatela per tre volte come se si stesse facendo la pasta sfoglia.

Dopo l’ultimo riposo in frigo, formate una palla

Imburrate lo stampo del pandoro

Adagiate la palla di pasta nello stampo imburrato.

Mettete a lievitare lontano da correnti d'aria (io lo metto sempre nel forno spento con la luce accesa)

Lasciate lievitare per 8-12 ore fino a quando la pasta non arriva al bordo dello stampo (il mio lievito madre..visto che e' bello arzillo ha fatto tutto in 5 ore....meno male che lo tenevo d'occhio altrimenti sarebbe uscito dallo stampo per "passeggiare" nel forno :)

Ok ora siamo pronti per farlo cuocere.

Cuocete a 175° per 15 minuti

Abbassate il forno a 160° e continuate a cuocere per altri 35 minuti.

Vi do un consiglio, visto che tra stampo e pasta del pandoro risulta tutto molto alto e tende a toccare le pareti superiori del forno, e' preferibile dopo 10 min. mettere un foglio di carta di alluminio sopra il pandoro , così facendo non si rischia di farlo bruciare.

Ma ora passiamo alle foto della preparazione , scusate se ho messo solo quelle a partire dalla sfogliatura, purtroppo le precedenti non le ho potuto fare perche' avevo le mani in pasta ed era anche tardi la mia "assistente" ...mia figlia....in quel momento era gia' nel mondo dei sogni :)

Qui dopo la terza ed ultima sfogliatura

Coperto l'impasto con la pellicola prima di metterla nel frigor per evitare di fare la crosta.
La "palla" messa nello stampo imburrato (io ho usato lo spay apposito che e' piu' pratico)
E dopo solo 5 ore (il mio bimbo di due anni e' diventato super super velocissimo nella lievitazione)
tutto e' triplicato di volume.
Ussignur!!! qui pensavo che esplodesse nel forno talmente cresceva a dismisura....praticamente stava quasi per toccare la resistenza del forno.....era ENORME.
Qui appena sfornato e lasciato a raffreddare per tutta la notte su una gratella.
E stamattina dopo una bella spolverata di zucchero a velo....ecco qui il signor pandoro.
Ma dentro com'era????......soffice, morbido, profumato di vaniglia.......impossibile resistere a non mangiarne una fetta.
Qui si puo' vedere la buona lievitazione, davvero morbido credetemi sulla parola....e soprattutto un sapore di burro che si scioglieva in bocca.
Lo so che sembra un lavoraccio...in realta' e' piu' semplice che preparare il panettone..
Occorrono un giorno e mezzo, tra preparazione, lievitazione e cottura, ma vi consiglio di provare.
E chi non ha il lievito madre??....beh! di sicuro lo puo' sostituire col lievito di birra....i tempi saranno sicuramente dimezzati....mah, mah.....non garantisco la stessa morbidezza...
Ora vi lascio....vado a mangiarmi una fettina di pandoro.....dopo aver scritto tutto sto "papiro" me' venuto un certo languorino :)
Ciaooooo alla prossima e buon inizio settimana a tutti. ^-^

lunedì 14 novembre 2011

SCIARPA A VOLANT

Hello!! buon lunedi' a tutti coloro che passano di qui.
Dopo un po' di ricettine, eccomi di nuovo con un lavoro fatto a maglia.
Ebbene si, ogni tanto "inforco" anchio i ferri da maglia....anche se preferisco l'uncinetto.
Si chiama trine ed e' un filato della Mondial.
Di filati ormai ne esistono tantissimi e anchio l'anno scorso feci delle sciarpine a volat.
Quella che ho comprato ultimamente e' un po' particolare, sempre a volat si...ma a rete con una specie di piccoli pon pon.
Lavorarla e' semplicissimo..anche un bimbo della scuola materna lo potrebbe fare.
Si lavora a maglia legaccio e per fare una bella sciarpa ne basta solo un gomitolo, tante' che avendone comprati due gomitoli me ne' avanzato uno, ma come in cucina non si butta nulla e penso che lo riutilizzero' per qualche altra cosina.


Questo e' il lavoro ultimato.

Qui invece l'effetto della sciarpa una volta indossata, io la definirei un po' fru fru.

domenica 13 novembre 2011

BACETTI DI CASTAGNE

13 Novembre 2011
Ciao a tutti, vi confesso che adoro le castagne e soprattutto tutti i dolci a base di questo gustosissimo frutto.
Per oggi ho preparato questi bacetti, chiamati piu' comunemente tartufi..di castagne appunto.
Piu' che castagne pare siano invece ciliegie, il perche' e' presto detto...uno tira l'altro...tante' che ne dovro' fare altri. Infatti quelli di oggi sono praticamente spariti. ^-^
Eccoli tutti assieme.

E qui un bacetto visto da vicino.

Vi va di prepararli anche voi?
Allora seguite la ricetta e ve li potrete gustare anche voi.
Ingredienti per circa 50 bacetti/tartufi.
500 gr di polpa di castagne lessate e passata al setaccio.
3 cucchiai di latte
50 gr di burro
50 gr di cioccolato fondente
150 gr di zucchero a velo
40 ml di maraschino
3 cucchiai di cacao amarao.
1 bustina di vanillina.
In un pentolino fondere a bagnomaria il burro con il cioccolato e il latte, mescolare fino a che si e' sciolto tutto il cioccolato.
In una terrina mescolate la purea di castagne con lo zucchero, la vanillina e il liquore, unire il composto di cioccolato, mescolare bene finche' il composto risulta omogeneo e porre per almeno 30' in frigorifero.
A questo punto prendete l'impasto e aiutandovi con le mani fate delle palline, passatele nel cacao e disponetele nei pirottini piccoli.
Ecco fatto, semplici, semplici, ma...buonissimi davvero.

lunedì 7 novembre 2011

TORTA DECORATA.....CON ROSE

07 Novembre 2011
Questo post lo volevo fare ieri.....ma e' stata una giornata un po' impegnativa.
Oltre alle girelle della ricetta precedente, ho preparato anche un dolce che mi ha dato tanta soddisfazione.
Siccome avevo degli amici a pranzo, volevo preparere per l'occasione una bella torta.
Così ho voluto sperimentare una ricetta nuova per preparare la pasta di zucchero...(io la ritengo una "bestia nera" per il fatto che prepararla non e' che sia difficile...la difficolta' sta piuttosto nel manipolarla).
Ho preparato così un pan di spagna farcito con crema pasticcera e ricoperta con pasta di zucchero, decorata poi con rose sempre di pasta di zucchero...."Ohhhh noooo!" direte voi "Ancora rose???".
Ebbene si...lo confesso le rose davvero ultimamente mi piacciono troppo.
Ecco qui la foto.

Qui invece un primo piano delle rose.

Tagliarla, lo confesso, mi dispiaceva un pochino....ci sono volute due ore solo per decorarla, ma vedere la faccia soddisfatta dei commensali , mi ha reso davvero felice.
Se volete prepararla anche voi, vi posto di seguito la ricetta.
Approposito un consiglio...se la pasta di zucchero tende ad essere troppo dura, ci sono due soluzioni:
1) o la manipolate un po' con le mani ...il calore delle mani tende ad ammorbidirla...un po' come il fimo ^-^
2) la potete mettere per brevissimo tempo nel microonde...ma attenzione a non farla ammollare troppo.
Per il pan di spagna:
6 uova, 180 gr di farina 00, 180 gr di zucchero, una bustina di vanillina.
Sbattete le uova con lo zucchero (io con la planetaria) fino ad ottenere un composto liscio e spumoso.
Aggiungere delicatamente la farina setacciata e fate cuocere in una teglia imburrata e infarinata per 30 min a 180°.
Sfornate e una volta raffreddata tagliatela a meta' e spenellate i due dischi ottenuti con sciroppo a base di acqua, zucchero e liquore a piacere.
Spalmate la torta con crema pasticcera e ricomponete la torta.
Prima di ricoprirla con la pasta di zucchero isolatela con crema al burro ( burro a pomata con zucchero a velo).
Stendete la pasta di zucchero in uno strato abbastanza sottile e ricoprite cosi' la torta.
Decoratela a piacere sempre con la pasta di zucchero (io le rose)
e con la crema di burro colorata ho fatto poi le decorazioni in verde.

Ingredienti per la pasta di zucchero: 450g di zucchero a velo, 50 g di glucosio, 30 ml di acqua 3 fogli di colla di pesce (6 g) ,coloranti alimentari in gel.

Procedimento:

1) Lasciar ammorbidire la colla di pesce nell’acqua per 10 minuti.
2) Una volta ammorbidita la gelatina, metterla in un pentolino insieme ai 50 g di glucosio e far scaldare fino a quando il composto non sia completamente liquefatto.
3) Mettere in un robot da cucina lo zucchero a velo e il composto liquido. Accendere per pochi secondi. Non appena l’impasto comincia a diventare una palla, spegnere.
4) Togliere l’impasto dal robot e continuare a lavorare il composto a mano, aggiungendo un pò di zucchero a velo se necessario (l’impasto non deve appiccicarsi alle mani).
Inserire del colorante nella pasta facendo dei buchini con uno stuzzicadenti bagnato nel colore
Se non si utilizza subito può essere conservata in un sacchetto da freezer o nella pellicola in un luogo asciutto e fresco.
Non congelarla nè conservarla in frigo perchè si indurirebbe troppo.

domenica 6 novembre 2011

GIRELLE......GORGONZOLA E RADICCHIO

06 Novembre 2011
Hello!!! my dears.
Oggi e' davvero una tipica domenica autunnale.
Come primo piatto (la domenica si sa, mi scateno in cucina)ho preparato queste girelle con gorgonzola e radicchio.
Non tutti amano il gorgonzola, ma per fortuna nella mia famiglia lo adorano.
E' ottimo se accostato con il radicchio...ci vanno davvero a nozze ^-^.
Ecco allora la foto delle girelle....che sono state puntualmente spazzolate.

Qui un primo piano.

Se le volete preparare anche voi, questa e' la ricetta:
Ingredienti per circa 12 girelle.
Per la crespella
100 gr di farina 00
200 dl di latte
2 uova
una noce di burro fuso
sale.
Per il ripieno
200 gr di gorgonzola dolce
2 cespi di radicchio rosso di treviso
una manciata di parmigiano grattuggiato
sale e pepe.
Per prima cosa si prepara la crespella gigante.
In una ciotola mischiate la farina con il latte (io lo faccio con il minipimer così non si formano i grumi) e aggiungere poi le uova.
Salate e aggiungete il burro fuso, mescolate ancora e lasciate riposare a temperatura ambiete per 30 min.
Nel frattempo tagliate il radicchio a pezzetti e fatelo stufare in una teglia per 10 min.
Aggiungete quindi il gorgonzola e il formaggio grattuggiato.
Imburrate leggermente una teglia da forno rettangolare (io uso quella dei biscotti) e ricopritela poi con carta forno bagnata e strizzata ...fatela aderire bene alla teglia imburrata.
Versare l'impasto della crespella e fate cuocere per circa 14 min in forno gia' caldo a 180°.
Non preoccupatevi se durante la cottura l'impasto si alzera' a mo di bolle...una volta tolta dal forno ritornera' ad essere piana.
Una volta cotta la crespella, toglietela dalla placca e spalmateci sopra il ripieno di radiccho e gorgonzola.
Ancora una spolverata di formaggio grana ci va bene.
Arrotolate il tutto come se si stesse facendo un tronchetto.
Ragliate a girelle di circa 3 cm. e disponetele su una teglia imburrata.
Disponete sopra dei ciuffetti di burro e fate cuocere in forno a 180° per circa 20 min.
Et voila'....eccole pronte per essere spazzolate.

martedì 1 novembre 2011

MIRTILLO....COMPIE 3 ANNI

01 Novembre 2011
Tanti auguri Mirtillo!!!
E chi e' Mirtillo? si stara' chiedendo qualcuno di voi.
Ma e' il nostro mitico coniglietto nano, che proprio domenica ha compiuto 3 anni.
Sono passati in fretta, sembra ieri che lo comprammo alla fiera di Oggiono.
Nel frattempo e' diventato bellissimo, da quel batuffolino che era e' davvero un coniglietto troppo coccolone.
E' uno dei componenti della mia famiglia e non so proprio immaginare cosa potremmo fare senza di lui.
Magari qualcuno di voi si sara' scandalizzato, ma vi assicuro che anche un coniglietto sa dare tanto affetto quanto un cane o un gattino.
Beh! anche se le foto non danno giustizia a quanto e' bello, ve ne posto alcune.
CIAOOOOO Mirtillo, tanti auguri...^-^






Ps: Una precisazione, Mirtillo e' un nome maschile...lo so...ma in realta e' una signorina, ma di chiamarla Mirtilla non ne vuole proprio sapere....se la si chiama così proprio non ti da retta....e allora che Mirtillo sia....anche gli animali del resto hanno il loro carattere..^-^

domenica 30 ottobre 2011

RED VELVET

30 Ottobre 2011
Ciao carissime che mi seguite, chissa' se vi sarete chieste se continuo a sfornare dolci.
In effetti e' un po' di tempo che non posto ricette, ma c'e' un perche'.
Alla fine di settembre, mi e' successa una cosa "tragica", mi si e' rotto il forno..COSAAAA? direte voi...si e' rotto il forno??? ESATTO!! proprio cosi', il mio caro forno che avevo ormai da 15 anni e' praticamente morto...
Se si considera che lo ritengo l'elettrodomestico piu' importante, per me quel giorno e' stata una vera tragedia...
Ma il mio caro maritino, ha provveduto subito, me ne ha comprato subito un altro,piu' moderno, con piu' funzioni...c'e' pure il programma di pane e pizza....beeeelllooo mi sono detta quando l'ho comprato!
Ma la tragedia non era ancora finita.....gia' perche' dopo tutti quegli anni vissuti col mio vecchio Ariston....il nuovo forno e'bello si' ...con tante funzioni si, ma tutto da capire....
Ma ho decisamente fatto un po' di pratica ed ora sono pronta a farlo "trottare" come dico io...
Visto che oggi c'era al mio paese il famoso "fierone di Oggiono" e come tutti gli anni lo trascorro a casa di mia mamma, ho voluto prepararele un dolce.
Su consiglio di mia figlia che segue sempre il programma di Buddy Valestro ...il boss delle torte, ho voluto prepare la red velvet.
Il nome mi ha incuriosito non poco...velluto rosso? Mah!
Mi sono documentata un po' e ho scoperto che e' uno dei dolci piu' famosi in America.
Il red sta appunto per il colore ..un bel rosso che fa da contrasto con il bianco della crema bianca a base di formaggio.
E il velluto??.... eeeeeeh! quello lo si scopre solo al momento dell'assaggio....un vero velluto nel palato...buonissima davvero!
Ieri mi sono messa al lavoro...(approposito vi do un consiglio e' meglio prepararla il giorno prima, poiche' diventa piu' gustosa) e cosi' una volta composto i vari pezzi...ne e' uscita questa torta che a prima vista sembra una normalissima torta ricoperta di panna montata....ma non e' cosi'.

Infatti una volta tagliata la prima fetta, ecco come si presenta il suo interno...un bel rosso rubino, con i vari strati di crema bianca.
Qui invece un primo piano della fetta.......anche se dal vivo e' meglio....dico sempre e qui mi ripeto che come fotografa non valgo un granche'.

Beh! ora vi lascio la ricetta.

Ingredienti per 2 stampi da 22cm:
250 gr di farina 00
1/2 cucchiaino di sale
125 gr di yogurt magro
120 ml di latte
4 cucchiai di colorante alimentare rosso (ho usato quello della rebecchi)
110 gr di burro
300 gr di zucchero
1 bustina di vanillina
2 uova
1 cucchiaino di bicarbonato
2 cucchiaini di aceto

Ingredienti la crema di farcitura e copertura.
250 gr di philadelphia
250 gr di mascarpone
125 gr di zucchero a velo vanigliato
400 ml di panna per dolci

Per prima cosa preriscaldate il forno a 180° (il mio a 160°) e imburrate ed infarinate i due stampi.
In una terrina mescolate la farina setacciata insieme ad un pizzico di sale.
In un’altra terrina mescolate il latte insieme allo yogurt e al colorante alimentare.
In un’altra più grande mettete i burro tagliato a tocchetti con lo zucchero.
Lavorare il burro e lo zucchero fino a renderlo leggero e spumoso.Aggiungere le uova, una alla volta, amalgamando bene l’una prima di aggiungere l’altra.
Infine aggiungere la vanillina e mescolare fino ad ottenere una crema liscia e omogenea.
Aggiungete in tre volte, in maniera alternata, la farina e il composto rosso alla crema di burro.
In una tazzina unire l’aceto e il bicarbonato e lasciare frizzare la miscela.
Incorporate rapidamente all’impasto della torta e lavorare velocemente.
Dividere l’impasto uniformemente tra le 2 tortiere, livellare e infornate.
Cuocere in forno preriscaldato per circa 35 minuti, ma fate sempre la prova stecchino, ogni forno ha i suoi tempi di cottura (io l'ho provato di persona ultimamente ^-^)
Far intiepidire i dolci quindi capovolgerli su una gratella e farli raffreddare completamente.
Preparate ora la farcia della Velvet Cake
In una terrina lavorare i formaggi insieme allo zucchero a velo fino ad ottenere una crema liscia.
Incorporare quindi la panna, montata precedentemente, e mescolate delicatamente fino a quando la glassa sarà liscia e omogenea.
Assembliamo ora la red velvet Cake:
Tagliare orizzontalmente ogni torta a metà.Otterrete quindi quattro strati di torta. Posizionare uno dei livelli della torta, su un piatto di portata e stendere uno strato di glassa.
Posizionare un altro strato di torta sopra la glassa e continuano ad alternare uno strato di torta e uno di crema.
Una volta posizionato l’ultimo strato della torta, esercitare una leggera pressione affinchè la farcia si distribuisca in maniera omogenea.
Ricoprire la superficie e i lati della Red Velvet Cake con la crema e guarnire.
Lasciar riposare la Red velvet cake in frigo, l'ideale e' prepararla un giorno prima ti tagliarla a fette e servirla.
Questa torta ve la consiglio proprio....mia mamma e' rimasta a bocca aperta ...ma l'ha subito richiusa per mangiarla....ottima davvero!
Ciao alla prossima ricetta...e buon inizio settimana a tutti.

lunedì 17 ottobre 2011

BAULETTO DI FETTUCCIA ALL'UNCINETTO

17 Ottobre 2011
Ciao a tutti, ormai e' trascorsa una settimana dalla fiera Creattiva di Bergamo ed e' giunta l'ora di mettermi al lavoro con i vari acquisti fatti.
Tra i tanti, avevo comprato due matassone da 1 kg ciascuno di questa fettuccia, gia' che c'ero ho comprato anche i laterali in pelle, i manici...e anche una spilla a forma di rosa come applicazione finale.
Ecco il gomitolone di fettuccia.

Di borse in fiera ne ho viste parecchie, tutte bellissime, ma un bauletto mi aveva letteralmente rapito il cuore.
Tornata a casa mi sono messa subito al lavoro e questo e' il risultato..il mio bauletto fatto in fettuccia.

Qui visto lateralmente.

Ho avanzato ancora una matassa di fettuccia e sto lavorando per come fare un'altra borsa.....vidiamo un po' cosa ne esce fuori.
Ciao carissime buona settimana e ...alla prossima ...ciaoooo! ^-^

sabato 15 ottobre 2011

TRISTANO E ISOTTA.....GATTONI

15 Ottobre 2011
Ciao a tutti, vi presento la famiglia Gattoni....e piu' precisamente la sigra Isotta e il sig. Tristano Gattoni.
Che ci volete fare, ormai chi mi conosce sa che mi piace dare un nome ai pupazzotti che preparo...e' piu' forte di me.
Questi gattoni fermaporta mi sono stati commissionati da una mia carissima Amica per la camera dei suoi bellissimi bambini.
Visto che avevo tra le mani il cartamodello li ho voluti prepare subito e gia' che c'ero li ho fatti dei due sessi...maschio e femmia appunto....e chissa' che da buoni innamorati riescano a mettere su una bella famiglia numerosa di gattini....chissa'...se sono rose fioriranno...(O noooo...ancora rose? ^-^ ormai le rose le vedo dappertutto)
Ecco le varie foto.
Qui assieme per l'utilizzo che poi sara' quello finale....fermaporta appunto.
La sigra gattoni e' piu' alta...per forza....ha messo i tacchi!
Lato A della sigra Isotta
Primo piano
Lato B
Qui il sigr. Tristano
Primo piano di Tristano
Lato B
La coppia innamorata in primo piano......gli manca solo la parola...e tanti cuorinicini .....^-^

Qui sul sofa'.....mah!! ci sara' da fidarsi a lasciari soli???...boh!

Ok...di "castronate" penso di averne gia' dette abbastanza....ora vi lascio e auguro a tutte un bellissimo week-end.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...