AMICI CHE SEGUONO IL BLOG

martedì 30 novembre 2010

ANGELO CAMPANELLA

Questo angioletto l'ho realizzato con gli avanzi di filato "a volant" con cui avevo fatto la sciarpina per Giulia.
Ma perche' l'ho chiamato angelo campanella??
Perche'...sotto il vestino niente??? ...naaaa....c'è una bella campanella che serve anche da sostegno all'angelo. Con un po' di feltro bianco gli ho fatto anche un paio d'ali a forma di cuore....un po' di ricciolini per capelli ed eccolo qui pronto anche lui...in attesa dell'albero di Natale.

lunedì 29 novembre 2010

UNA MELA AL GIORNO ...........

Il proverbio dice..."una mela al giorno leva il medico di torno".
Parole sante!, ma queste sono delle mele un po' particolari..
Le ho confezionate ieri ...la domenica del post precedente....che sebbene sia stata molto fredda, piovosa , ecc ecc....e' stata molto produttiva.
Ne ho fatte 19 (così tante?! direte voi').
Ebbene sì, perche' alcune saranno il segnaposto per la tavola di Natale e che poi come di tradizione ogni invitato si portera' a casa come ricordo.
Le altre invece andranno sul nostro "piccolo alberello ^-^"...
Approposito chissa' se ci sara' spazio ancora per qualche ninnolo.
Io e mia figlia siamo in fermento...non vediamo l'ora che arrivi l'8 dicembre per preparare il nostro bellissimo albero di Natale...
Vi dico solo che per montarlo e addobbarlo ci servono almeno 2 ore....(mio marito e' l'unico che ne farebbe a meno....gia' al pensiero gli viene il mal di testa).
Ok!! torniamo alle meline...ecco alcune foto....Buon appetito! ^-^


GNOMETTO PORTAFORTUNA

Un mega saluto a tutti coloro che passano di qui.
Questo e' lo gnometto che ho fatto ieri...una domenica tipicamente invernale con pioggia, neve e taaaaaaanto, taaaaaaanto freddo....
E allora che si fa??..
Visto che ...in Tv non c'era nulla di interessante (ettepareva!!), mi sono fatta questo sgnometto, un kit acquistato dalle mie amiche della Bottega delle idee di Lecco.
Cosi' armata di forbici e della mia ormai inseparabile colla a caldo...ho preparato questo primo gnometto di una lunga serie....
Ha superato anche il "test criticone"...^-^ mio marito l'ha apprezzato....quindi e' buon segno....ok allora!!! si continua a sfornarne altri...
Ciaooooo

venerdì 26 novembre 2010

METTETEVI COMODI..........

Benvenuti nel mio nuovo salotto.
Essì ho ripreso a lavorare con la mia "signorina Brother".
Vi piace il mio nuovo salotto??..mi e' piaciuto subito il colore rosso con queste rose.
Ma.......ops...non e' un divano...(ma va???!! ^-^)...
O meglio non e' un divano ....ma un coprifazzoletti clinex.
A casa nostra questi fazzoletti li chiamiamo "pronto soccorso", per il fatto che qualcuno avendo la rinite in continuazione....ha sempre tra le mani questi fazzolettini...comodissimi si...ma sinceramente non e' che mi piaccia molto fare la pubblicita' gratuita...
Avevo visto questo lavoro alla fiera "creattiva di Bg".
Puntroppo non avevo acquistato il cartamodello che mi avrebbe reso il lavoro molto piu' semplice....ma dopo un po' di tentativi ci sono riuscita...ecco qui il mio nuovo divanetto ...ops! scusate, il mio nuovo coprifazzoletti.



PANETTONE....CON LM

Ciao a tutti, eccomi di nuovo con le mie prove tecniche del "pan de Toni"...meglio conosciuto come panettone...^-^
Essi' finalmente ho fatto il mio primo panettone con il "bimbo" il mio lievito madre, che buono buono mi da sempre piu' soddisfazioni.
Questo e' il primo vero e proprio tentativo, la ricetta va un po' perfezionata.
Questo panettone secondo me aveva bisogno di piu' uvetta e anche di canditi (questi ultimi in famiglia non sono molto apprezzati, ma secondo me col panettone ci vanno a nozze).
La ricetta??...chiederete voi....mmhhh!! diciamo che la postero' una volta ottenuto un buon risultato, anche se questo e' buono ugualmente.
Ecco qui il "pan de Toni" prima di essere infornato....vi preannuncio solo che ha bisogno di un sacco di tempo tra preparazione e lievitazione....ma la lievitazione naturale ha bisogno proprio di questo.....taaanta pazienza e tanto tempo, ma il risultato vi garantisco che e' ottimo.

Un piccolo particolare che non avevo considerato...visto che lo stampo era per un kg di panettone....era meglio se pesavo bene l'impasto....così e' esondato durante la cottura...mannaggia a me!

Ma adesso arriva il bello!!!.....eccolo qui una volta tagliato....soooooooooffffficeeee!! pero' ci volevano piu' uvette e canditi...evvabbe'! la prossima volta ne mettero' di piu'.
Allora.....arrivederci col prossimo tentativo....ciao a tutti.

sabato 20 novembre 2010

MINI LEPROTTO

Tempo fa al negozio "La bottega delle idee" delle mie Amiche Giuditta, Lucia e Clara, ho comprato i libri di --> Francesca (shabby home) <--
Anche se non la conosco personalmente, so che e' una persona davvero speciale, perche' si vede da cio' che riesce a creare...
Basta dare un'occhiata ai suoi libri e si rimane subito affascinati dai suoi pupazzi e non solo, che sono a dir poco meravigliosi.
Come potevo non provarci anchio??...
Così mi sono messa al lavoro, e dopo un po' di taglia e cuci sono riuscita a fare il mio primo mini leprotto.
Sara' anche mini,.... ma non perche' l'ho fatto io e' davvero carino dal vivo....del resto lo sapete....come fotografa non valgo un granche'....^-^
Ecco alcune foto.







http://francescashabbyhome.blogspot.com/

HELLO KITTY....COCCINELLA

Un giorno arriva da me Giulia e mi dice: "Mamma ho visto una hello kitty troppo fantastica...a forma di coccinella...me la fai?".
Senza schema???!!! ...non e' così semplice!!...poi mi sono messa al lavoro....su commissione ^-^ e dopo qualche tentativo ci sono finalmente riuscita...stanotte l'ho finita e al mattino quando Giulia si e' svegliata l'ha trovata sulla sua scrivania....Eccola qui.... come vedete ogni tanto mi torna l'amigurumite ^-^


TORTA DI MELE E NOCI

Questa torta di mele e noci a casa nostra la chiamiamo la torta del cucchiaio...nel senso che per prepararla non serve la bilancia per pesare gli ingredienti, ma piu' semplicemente serve un cucchiaio da cucina.
Ingredienti:
4 uova intere
6 cucchiai di zucchero
10 cucchiai di farina
8 cucchiai di latte
4 cucchiai di olio (io uso quello di mais)
5 mele (io uso le golden)
1 buccia di limone grattuggiata
1 bustina di lievito
qualche noce spezzettata
zucchero a velo.
Si sbattono le uova con lo zucchero e poi si aggiungono tutti gli altri ingredienti.
Mentre l'impastatrice lavora per me, io sbuccio e affetto le mele.
Imburrare e infarinare una teglia
Mettere l'impasto nella teglia e disporvi sopra le fettine di mele.
Sopra queste spezzettate qualche gheriglio di noce.
Infornare per circa 35/40 min a 180° (forno ventilato gia' caldo).
Una volta raffreddata e sfornata la torta datele una spolverizzata di zucchero a velo...e...la torta e' bella che pronta per essere mangiata...pratica no?!
Non so voi, ma a me la torta di mele piace troppo!! ciao ^-^

domenica 14 novembre 2010

HELLO KITTY.......VANITOSA

Questa hello kitty e' una mia produzione notturna...si proprio cosi', il fatto e' che l'altra notte proprio non riuscivo a dormire. E allora che si fa? stirare alle tre di notte oppure cucinare non potevo...avrei svegliato tutti.
Così mi sono messa a uncinettare e ne e' venuta fuori questa hello kitty un po' vanitosa per il fatto che ha una collanina di perle (finte naturalmente).
Terminata l'ho messa sulla scrivania di Giulia, la quale al mattino quando l'ha vista ha detto...."E questa quando l'hai fatta?!.... stanotte o meglio stamattina le ho risposto.....mah! aveva una faccia un po' stupita quando le ho risposto così, non ho capito se era per il fatto del sonno o altro...
Comunque vi presento la mia (anzi di Giulia) hello kitty.
Non so perche' ma mi sta tornando l'amigurumite.....spero solo che non mi venga durante la notte....ho proprio bisogno di dormire...ciaoooo! ^-^

CORONA DI PANE ....DELLA FESTA CON LM

Eeeehh sì!...sono ancora alle prese con le prove tecniche per i preparativi di Natale....arriva prima di quanto possiamo credere.
Per la tavola mi e' venuta in mente un'idea, fare un centrotavola a forma di corona con il pane.
Sempre utilizzando gli ingredienti per i panini ma senza olive e procedendo con la medesima preparazione, stamattina ho sfornato questa corona di pane..
Per renderla un po' piu' colorata ho sparso sopra dei semini di sesamo e di papavero..
Ed ecco qui il risultato....morbidoso pure questo..ciao ^-^




sabato 13 novembre 2010

UNA SCIARPINA.....TUTTA PER ME!

Finalmente riesco a fare anche qualcosa per me....eggia' questa sciarpina e' proprio per me.
L'ho realizzata a punto peruviano utilizzando la lana che avevo acquistato alla fiera di Vicenza.
Mi piace il colore, un bel grigio con delle sfumature qua e la'.
Giulia quando l'ha vista ha detto: "BELLLLAAAAAA!!!"
Eeeeeh no!! questa e' mia!! si si ...almeno la mia cervicale quest'inverno mi dara' "spero" un po' di tregua...
Ecco alcune fotine (nb stavolta la monella...ops..modella sono io ^-^) ciaoooo!


Qui il punto peruviano visto da vicino.

PANINI ALLE OLIVE CON LIEVITO MADRE

Si, si , si.....ci sto decisamente prendendo gusto a cucinare con il lievito madre.
Dopo i panini con i pomodorini secchi e il timo, ho voluto provare anche i panini alle olive....buoooooooooniiiiii!!!
Come ho fatto a capirlo??!... semplice!...sono praticamente spariti subito.
Ma la soddisfazione piu' grande??...sentire mio marito che dice....BUOOOONII!!! e pensare che fino a qualche tempo fa, il pane fatto in casa nemmeno gli piaceva.
Invece adesso devo sfornare il pane un giorno si e l'altro no.
Ma niente paura, non mi alzo alle cinque e trenta del mattino.
Ho adottato un altro sistema.
Lo impasto alla sera e lo lascio lievitare, alla mattina (ore 7,00) prima di andare al lavoro gli do la forma dei panini e poi quando torno dal lavoro il pomeriggio lo faccio cuocere...in pratica, piu' lievita, piu' diventa soffice e piu' diventa morbito.....cipicchia sembra una formula matematica...^-^
Ingredienti:
500 gr farina 0
150 gr di acqua (dipende sempre da quanto ne assorbe la farina, in pratica quella che serve per ottenere un impasto elastico)
10 gr di sale
50 gr di olio
100 gr di olive verdi spezzetate.
Per spennellare : emulsione di 150 gr di acqua e 1 cucchiaio di olio.
Impastare tutti gli ingredienti e fare lievitare come descritto sopra.
Fare cuocere per 30 min a 180° (forno statico) e 10 min a 180° (forno ventilato)
E tatataaaa.....eccolo qui...ciaooo!

giovedì 11 novembre 2010

PANE DOLCE CON LIEVITO MADRE

Ciao a tutti, in questi giorni sto facendo le "prove tecniche" di Natale....
Nel senso che sto provando a sperimentare delle ricette per il pranzo di Natale..
Troppo presto??....naa naa naaa....Natale arriva prima che ce lo immaginiamo...e non voglio farmi trovare impreparata.
Così domenica scorsa ho provato questo dolce, non e' il panettone....quello ha dei tempi di preparazioni moooooolto piu' lunghi...pero' anche se non e' "il pan de Toni" così come veniva chiamato all'inizio il panettone, quello che ho preparato e' buono ugualmente.
Eccolo qui.

E una volta affettato come sara' stato???....ecco la fotina ^-^

Ingredienti:
250 gr farina manitoba
150 gr farina 00
50 gr zucchero di canna
175 gr latte caldo
60 gr burro a pezzetti
150 gr lievito madre
1 pizzico di sale
1 uovo intero * 1 tuorlo
1 cucchiaio di aroma alla vaniglia
1 pugno di canditi misti (arancia e cedro)
1 pugno di uvetta ammorbidita nel latte caldo e poi strizzata.
1/2 scorza grattuggiata di arancia e limone.
Per la copertura:
1 albume rimasto, 1 cucchiaio di latte, 1 cucchiaio di zucchero di canna e zucchero in granella.
Nell'impastatrice mettere il lievito madre con lo zucchero la farina e il latte che va aggiunto poco per volta.
unite le scorzette l'uvetta, il burro, le uova l'aroma e per ultimo il sale.
Lavorate tutto (nel mio caso lo fa l'impastatrice) fino ad ottenero un composto bello elastico.
Lasciatelo poi lievitare coperto da pellicola trasparente fino a che raddoppia di volume.
Riprendete così l'impasto divideteno in tre pezzi e con questi fate una treccia che metterete in una teglia per ciambella a lievitare per tutta la notte (io l'ho fatta lievitare per 12 ore finche' era bella cicciotta).
Prima di far cuocere mescolate l'albume con lo zucchero e il latte e coprite la ciambella , disponete poi sopra lo zucchero in granella.
Fate cuocere in forno (statico) per 20 minuti a 200° e poi abbassate a 180° per altri 20 minuti.
Lasciate poi raffreddare il dolce sopra una gratella...e buon appetito...ciaooo

martedì 9 novembre 2010

PANINI CON POMODORI SECCHI E TIMO

Dopo la produzione di brioches e dolci vari, stavolta con il lievito madre (il mio bimbo che ormai e' bello svezzato perche' ha otto mesi), ho provato a fare i panini.
Ma non i soliti panini, ma bensì dei panini che hanno il gusto tipo pizza per intenderci.....eccoli qui.

Ne avevo fatti nove, ma sono praticamente finiti subito...moooorbidi e saporiti proprio come piacciono a me e a Giulia....la loro morte??? il salaaaaaameeee naturalmente....buonissimi davvero

Ingredienti:
150 gr di lievito madre
500 gr di farina 0
260 gr di acqua (aggiunta poco alla volta)
50 gr di olio
10 gr di sale
1 cucchiaino di timo essiccato
4 filetti di pomodori secchi tritati
Con l'aiuto dell'impastatrice (ormai per me indispensabile), ho impastato tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto bello elastico.
Ho messo a lievitare in una bacinella di vetro coperta da pellicola fino a che tutto e' raddoppiato di volume.
Ho dato la forma di panini rotondi (nove per l'esattezza) e li ho messi di nuovo a lievitare su una placca da forno ricoperta di cartaforno.
Prima di infornarli li ho spennellati con un'emulsione di 150 ml di acqua e un cucchiaio di olio d'oliva.
Ho fatto cuocere per 30 min a 180° (forno statico) e poi per 10 min a 180° (forno ventilato). Li ho poi fatti raffreddare su una gratella.

venerdì 5 novembre 2010

SCIARPINA A VOLANT

Vi avevo anticipato che alla fiera di Vicenza ho acquistato una sacco di cosine interessanti.
Tra queste c'era anche un filato un po' particolare.
A prima vista sembra essere uguale al filato usato questa primavera per fare le sciarpine con il filato tipo garzina....e...invece no....questo a me piace ancora di piu'. Infatti mentre la "garzina" mentre la si lavora va allargata, questo filato invece ha gia' i buchini predisposti per lavorarci le maglie...in pratica in ogni buchino si lavora una maglia a legaccio....
Il colore che ho scelto e' questa tonalita' di blu notte con il bordino bianco...
Eccola qui.

Qui invece indossata alla mia solita modella personale.

mercoledì 3 novembre 2010

PAKITA....LA CUCCIOLOTTA DI STOFFA

Ciao a tutti....vi presento la mia ultima nata....l'abbiamo chiamata Pakita.
E' la cucciolotta di cane che ho "sfornato" in questi giorni.....beh! diciamo che oltre ai dolci mi piace anche fare i pupazzotti di stoffa...ma con questi non serve il lievito madre....^-^
E' nata come regalino per mia figlia che adora i pupazzi di stoffa....peccato che non so piu' dove metterli nella cameretta....
Naturalmente se qualcuno fosse interessato su ordinazione posso anche "sfornarne" altri....dalla serie...a buon intenditor, poche parole..^-^
Eccola qui....Pakitaaaaaa....fai un bel sorriso.

E adesso un bel primo piano del musetto.

martedì 2 novembre 2010

WAFFEL O GAUFFRES

Qualche mese fa Mariella, una mia carissima Amica Abruzzese, mi regalo' il ferro per fare le ferratelle.
A dire la verita' quelle che mi fece provare lei erano decisamente piu' buone....si vede che deve avere il solito ingrediente segreto....vabbe' pero' mi sono accontentata, perche' dopo vari tentativi ho ottenuto un risultato soddisfacente...la prova??? sono sparite subito anche quelle.
Ecco qui il ferro che serve per cuocerle sul fornello.

E questi sono i waffel che ho ottenuto.

Io li ho assaggiati così "al naturale" e devo dire che sono gia' buonissimi così, ma Giulia da vera intenditrice ha detto che la "morte loro" e' con la nutella...
Prima di essere divorati sono riuscita a fare la foto...eccola qui.

E ora, come sempre vi posto la ricetta.
Ingredienti per 20 waffel
40 gr di burro
1 uovo intero e un tuorlo
20 gr di zucchero semolato
30 gr di zucchero a velo
1 cucchiaio di vino bianco
200 gr di farina 00
Sciogliere il burro e farlo raffreddare un po'
Sbattere le uova con lo zucchero semolato e quello a velo.
Aggiungere il vino, il burro fuso e poco alla volta la farina (mescolando bene per non formare i grumi).
Coprite con pellicola e mettere in frigor per un'ora.
Scaldare bene il ferro.
Fare con l'impasto delle palline grosse come noci e mettetele nel ferro bollente, chiuderlo e fate cuocere per 10 secondi da ambo le parti.
I waffel si staccheranno da soli dai ferri se questi ultimi saranno ben caldi.

lunedì 1 novembre 2010

BISCOTTI CON FARINA DI CASTAGNE

Oggi era la tipica giornata piovosa (mooooolto piovosa) autunnale.
Per non annoiarci io e mia figlia abbiamo pasticciato un po' in cucina.
Visto che nella dispensa avevo della farina di castagne e un po' di nocciole abbiamo provato a fare dei biscottini.
Finiti alle ore 18,00 e alle 20,30 quasi spariti......buon segno, si vede che sono piaciuti!!
Posto la ricetta nel caso qualcuno volesse provare a farli.
Un consiglio....preparate i sali, perche' mentre cuociono esce dal forno un profumino da svenire....^-^
Ingredienti:
110 gr di farina 00
1 bustina di vanillina
80 gr di zucchero semolato
100 gr di nocciole tritate finemente
80 gr di farina di castagne
1 cucchiaio di lievito per dolci
30 gr di miele
70 gr di burro
1 uovo intero
zucchero semolato q.b. per passarci i biscotti.
Sciogliere il burro e lasciarlo raffreddare un pochino.
Mescolare in una ciotola tutti gli ingredienti e poi mettere in frigor per almeno 30 minuti.
Dopodiche' si prende l'impasto e si fanno delle palline grosse quanto una noce e si schiacciano un pochino.
Si passano nello zucchero semolato e si mettono su una placca da forno ricoperta da cartaforno.
Si fanno cuocere per 10-12 mimuti a 180° (forno ventilato gia' caldo).
Una volta cotti si lasciano raffreddare e ....state attenti perche' spariscono subito.
Con questa dose si fanno 24 biscottini, eccoli qui.

Qui invece la fotina di uno in primo piano.

SCIARPINE PON PON

Alla fiera di Vicenza tra i vari acquisti, comprai anche dei gomitoli di lana pon pon.
In uno stand mostravano come fare delle sciarpine fatte all'uncinetto semplicissime da fare. Non sono altro che un biscione di questo filato lavorato saltando tre pon pon e tra uno e l'altro successivo si lavorano due m.basse.
Eccole qui in due tonalita'.

CREMA CATALANA

Ricordo che tempo fa in un locale assaggiai questa crema.
Buonissima di sicuro, poi la mia carissima amica spagnola Carmen mi passo' la ricetta.
Ma c'era un problema, non avevo il cannello caramellatore.
Girovagando in un centro commerciale la vidi e l'acquistai subito con la promessa che avrei provato a fare la crema catalana.
Approfittando di questi pur brevi giorni di festa, mi sono sbizzarrita in cucina e così ho provato la ricetta.
Non sara' di sicuro come quella che fanno in Spagna, ma chi ha tempo di andarci???...fosse almeno vicina..ma a dire il vero non sono proprio "du passi" ^-^
La crema catalana è un dessert tipico della Catalogna, e si presenta come una base soffice e cremosa sormontata da una pellicola croccante di zucchero caramellato.
Prepararla non e' difficile, diciamo che e' quasi come preparare una normale crma pasticcera.
Ingredienti:
1/2 lt di latte
100 gr di zucchero
1 pezzetto di stecca di cannella
4 tuorli d'uovo
25 gr di maizena
la buccia di un limone
zucchero di canna
Fare bollire il latte (tranne un bicchiere) con meta' dello zucchero, la buccia del limone e la bacca di cannella.
Nel frattempo sbattere le uova con il restante zucchero, aggiungere l'amido di mais stemperato con il restante latte.
Aggiungere il latte caldo filtrato dalla buccia del limone e cannella.
Mescolate bene e mettete tutto di nuovo sul fornello facendo cuocere sempre mescolando fino ad ottenere un bella cremina.
Disponetela nelle ciotoline e mettete in frigor.
Prima di servire spolverate la crema con zucchero di canna e fate caramellare con il caramellatore...se non l'avete va bene anche nel gril del forno.
Ecco il risultato...scusate la foto....ma dico sempre che come fotografa non valgo nulla....ciaooo!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...