AMICI CHE SEGUONO IL BLOG

giovedì 29 luglio 2010

UN CENTRO TAVOLA ........PER UNA GRANDE AMICA

Il 26 luglio era il compleanno della mia carissima Amica Ivana.
Visto che per me e' una persona davvero speciale, volevo festeggiare il suo compleanno regalandole qualcosa fatto da me.
Tra i vari schemi delle riviste trovate nei meandri della mia cantina, ne ho trovato uno che mi e' piaciuto subito per realizzare un centro tavola.
E' composto da un centro rotondo centrale lavorato a spirale al quale sono unite due parti laterali che terminano a punta. Alla fine si lavora un pizzo tutt'attorno.
Mi sono messa al lavoro e alla fine sono riuscita.... Eccolo qui, inamidato e stirato.

Qui un particolare visto da vicino.


CROSTATA AI FRUTTI DI BOSCO

Mia figlia Giulia e' appena tornata da una vacanza in montagna coi nonni (beata lei...almeno non ha dovuto sopportare il caldo torrido che c'era qui a valle).
Proprio ieri mi diceva di avere un po' di nostalgia della montagna, compreso i sapori dei frutti di bosco.
Per farle una sorpresa le ho preparato una bella crostata ai frutti di bosco (purtroppo non sono quelli della montagna....piu' semplicemente li ho comprati al super....non avranno lo stesso sapore..ne sono certa, ma almeno sono serviti a scacciare un po' di nostalgia delle vacanze.)
L'aspetto direi che e' buono....il sapore pure....ma cio' che mi ha dato piu' soddisfazione e' stato vedere il faccino sorridente di mia figlia quando l'ha vista pronta in frigor.

Ingredienti per la pasta frolla.
300 gr di farina 00
100 gr di zucchero
150 gr di burro
2 tuorli e un uovo intero
scorza di un limone grattuggiato
un pizzico di sale
Impastate tutto fino a ottenere un bel panetto che metterete in frigor almeno per un'ora.
Stendete la frolla in una teglia imburrata e infarinata.
Coprite con carta forno e metteteci sopra dei fagioli secchi in modo che durante la cottura la frolla non fa le bolle.....io non li avevo cosi' ho trovato un escamotage....dopo aver steso la frolla ho messo un foglio di cartaforno sopra e ho appoggiato sopra un altra teglia di misura un po' piu' piccola della prima....direi che come idea e' buona....
Fate cuocere in forno a 170/180° per 30 minuti.
Preparate nel frattempo una bella crema pasticcera
ingredienti
250 ml di latte
125 gr di zucchero
una bustina di vanillina
3 tuorli d'uovo
25 gr di farina
sbattete i tuorli con farina e zucchero.
Aggiungete il latte caldo e mescolate su fuoco sempre mescolando fino a che diventa una bella crema.
Fate raffreddare coperta da un foglio di pellicola in modo da non far fare la pellicina (sgradevole) alla crema
Dopo che tutto e' bello raffreddato, riempite il guscio di pasta frolla con la crema e disponeteci sopra la frutta fresca...io ho usato i frutti di bosco con l'ananas.
Spennelate poi con della gelatina per lucidare la frutta....mettete in frigor e poi...buon appetito....ciaooo

martedì 27 luglio 2010

PIZZETTE ......CON LIEVITO MADRE

Hello!!!! ciao a tutti/e, scusate l'assenza.
In effetti e' un po' di tempo che non mi faccio piu' viva. Il motivo?? ....E' presto detto, con quel caldo che faceva, mi sono quasi sciolta, peccato che di "ciccetta" ne ho ancora da smaltire, ma con il caldo torrido di questi giorni ....(c'erano 38° fuori e 28° in casa), non avevo proprio voglia di mettermi davanti al computer chiusa in una sauna.
Ho combinato poco anche con il resto,in cucina di accendere il forno di sera era praticamente impossibile solo a pensarci....tranne il mattino ....solito orario 5,30 per le briochine che continuo a sfornare almeno due volte alla settimana.....almeno a quell'orario la temperatura in cucina e' sopportabile.
Il mio "bimbo" (il lievito madre) c'e' ancora???.....ceeeeerrrrto che c'e'...ormai ha tre mesi ed e' bello svezzato, ha patito anche lui un po' il caldo, tante' che ho dovuto fargli un bel bagnetto per evitare che diventasse troppo acido.
Oggi finalmente, dopo i temporali del fine settimana scorso, ho potuto cucinare col forno anche in serata....che si fa'? mi sono chiesta....la pizza??...e perche' non provare a fare le pizzette che piaccono tantissimo a mia figlia Giulia???....Detto fatto oggi pomeriggio quando sono tornata dal lavoro, ho impastato tutto con la planetaria e ho lasciato lievitare per un po'....dopodiche' ho steso e condito...il risultato prima della cottura era il seguente.

E dopo una breve cottura, bastano 10 min. a 180° (forno ventilato), ecco qui le mie prime pizzette con il lievito madre.....non facevo intempo a sfornarle che c'era un gran via vai in cucina (mio marito e Giulia che se le mangiucchiavano).
Io sono troppo felice...quando fanno cosi' e' segno che gli esperimenti riescono...ok...anche queste le rifaro'.
Sono davvero buone, ideali come aperitivo, ma anche come merenda non sono mica male...sono fatte in casa e soprattutto si sa con cosa sono fatte...mica poco oggigiorno no??!
Ecco qui un bel primo piano delle mie pizzettine

Ingredienti (per 30 pizzette)
150 gr di lievito madre
350 gr di farina manitoba
40 gr di olio
60 gr di latte
100 gr circa di acqua
15 gr di malto
5 gr di sale
Sciogliere il lievito madre con il malto e un po' di latte, ma anche se rimane a pezzetti non fa nulla.
Aggiungete poi tutti gli altri ingredienti.
L'acqua va aggiunta poco per volta, perche' bisogna ottenere un impasto morbido ma non appiccicoso e ben elastico...piu' si lavora meglio e'.
Si lascia lievitare fino a che raddoppia.
Si stende a 3 mm e si tagliano dei dischetti con il tagliapasta....per chi non l'ha va benissimo anche un bicchiere.
Si mettono i dischetti sulla placca del forno ricoperta da carta forno (io ultimamente uso i fogli in silicone.....sono piu' convenienti perche' si possono riutilizzare dopo essere stati puliti).
Si prepara il condimento con passata di pomodoro, un pochino di olio, sale e origano.
Per il formaggio ho usato l'asiago tagliato a pezzettini.
Si riprendono le pizzette, con il dito si fa una fossetta e si riempiono con un cucchiaio di sugo, un po' di formaggio e nel frattempo che il forno si scalda a 180° (ventilato), si lasciano lievitare ancora un pochino.
Si fanno cuocere poi per 10 min....provate gente, perche' sono davvero buonissime...ciao alla prossima......caldo permettendo..^-^

domenica 4 luglio 2010

PESCIOLINO......PORTACHIAVI

Ecco qui il mio ultimo lavoro all'uncinetto.
E' il mio nuovo portachiavi fatto all'uncinetto.
E' bel pesciolino rosso con gli occhietti blu.
Almeno così non rischio di perdere le chiavi.....possono sempre finire nella rete.

CHEESE CAKE ALLE CILIEGIE

L'idea di mettermi ai fornelli per preparare una torta, oggi proprio non mi andava.
Cosi' ho preparato una bella cheese cake alle ciliegia bella fresca....che e' anche meglio delle tradizionali torte.
Ingredienti.
500 gr di formaggio philadelphia
80 gr di burro fuso
40 gr di miele
100 gr di zucchero
100 gr di ciliegie denocciolate
9 fogli di colla di pesce (17 gr)
400 gr di panna montata
1 vasetto di marmellata di ciliegie
1 bustina di gelatina per torte
250 gr di biscotti digestive
Tritare finemente i biscotti nel mixer e aggiungere il miele e il burro fuso.
Spianare il composto in una tortiera da 24 cm con i bordi apribili, con il fondo ricoperto di carta forno.
appiattire bene in modo da livellare il composto. e mettere il tutto in frigor per un ora.
Fare ammorbidire la colla di pesce in acqua fredda per 10 min.
Mescolare il formaggio philadelphia con la panna montata, aggiungere lo zucchero e le ciliegie tagliate a meta'.
Strizzare bene la colla di pesce e farla sciogliere in due cucchiai di latte tiepido.
Filtrarla con un colino e aggiungerla alla crema.
Mescolare bene e mettere il composto sulla base di biscotti che e' stata preparata in precedenza.
Lasciare rassodare bene in frigor per almeno 3 ore.
Preparare la gelatina.
Sciogliere la bustina di gelatina per torte con 250 gr di acqua e 2 cucchiai di zucchero. farla bollire fino a quando e' bella trasparente.
Se ne prende la meta' e si aggiunge a questa la marmellata, mescolando bene il tutto fino a ottenere una bella gelatina colorata.
Distribuitela sopra la torta e lasciate raffreddare ancora per un paio d'ore.
Io l'ho preparata la sera per il giorno dopo, in modo da farla rassodare bene.
E' una torta davvero buona e freschissima, l'ideale per quando fa cosi' caldo.....ciaoooo!

CENTROTAVOLA A FILET

Questo centrotavola l'ho voluto regalare a un gentilissimo signore che tutti gli anni quando va in vacanza a Cuba, mi regala sempre una bottiglia di rum....non preoccupatevi, non mi sono data all'acol...anzi....il mio massimo e' l'acqua gasata....niete alcol per carita'.
Lo uso solo in cucina per preparare i dolci tipo la crema per il tiramisu'...e quello che compro qui non ha niete a che vedere con quello originale di Cuba.
Cosi' per ringraziarlo ho fatto questo centrotavola per la sua gentile signora.

Qui invece e' come l'ho confezionato per regalarlo.
Ho preso del cartone ondulato verde, ho steso il centro puntandolo con degli spilli.
L'ho arrotolato e chiuso con della rafia naturale alla quale ho applicato una coccinella di legno.

TORTA SALATA CON CARCIOFI E STRACCHINO

Non so voi, ma quando fa così caldo non so nai cosa mettere in tavola.
E fare una bella torta salata che si puo' mangiare anche tiepida o fredda??!
Ho voluto sperimentare questa ricetta trovata su una vecchia rivista di cucina.
Ho preso 2 rotoli di pasta sfoglia gia' pronta.
Ne ho stesa una sulla placca del forno ricoperta di cartaforno.
Ho tritato finemente un vasetto di carciofini sottolio e ne ho ottenuto una purea.
L'ho spalmata sul disco di pastasfoglia.
Ho preso 2oo gr di stracchino e l'ho spezzettato sopra la purea.
Ho ricoperto con fette di prosciutto cotto e ho messo sopra l'altro disco di pasta sfoglia.
ho chiuso bene e fatto una specie di ricamo sul bordo della pasta.
Ho infornato a 180° per una ventina di minuti.
E......tataaaa...ecco qui una buonissima torta salata che e' piaciuta a tutti in famiglia...ciaoooo!

Ecco la foto di una fetta per mostrarvi l'interno.

BORSETTA IN RAFIA ...ALL'UNCINETTO

Qualche volta mi capita di comprare del materiale che non devo utilizzare subito. Ma l'idea di non doverlo piu' trovare in seguito non mi va, cosi' un giorno ho comprato dei rotoli di rafia lilla, con la promessa di farne un giorno una borsetta per Giulia.
Finalmente un giorno ho ripreso i rotoli di rafia e mi sono messa a uncinettare.
Ne e' uscita questa borsetta lavorata a maglia bassa in andata e ritorno.
Per completarla ho applicato tre roselline bianche come quelle del post precedente...ed ecco il risultato.....a Giulia e' piaciuta molto.....meno male!!

FERMACAPELLI CON FIORE ALL'UNCINETTO

E' davvero incredibile quello che si riesce a fare con del filo di cotone e un uncinetto....a volte rimango incredula pure io.
Stavo sperimentando dei fiorellini da applicare su una borsa per mia figlia Giulia e cosi' le "prove" non ho voluto buttarle, ma ne ho fatto delle mollette fermacapelli per mia figlia e anche da regalare a della amiche.
Eccole qui gialle con delle perline al centro
Lato A

e lato B

Ne ho fatte anche altre, qusta la versione di colore nero con al centro degli swaroski rossi.

MERINGHE ....AZZURRE

In cucina non bisogna mai buttare nulla ....e questo e' chiaro.
Cosi' quando faccio le brioches, metto sempre gli albumi che avanzo in un tappero, li metto in frigor e li uso nel giro massimo di due giorni.
Qualche giorno fa ho voluto provare a fare le meringhe e visto che era tempo di mondiali e l'Italia non era ancora stata eliminata.....mannaggia!!!
Ho fatto queste meringhe e per l'occasione usando delle gocce di colorante alimentare le avevo fatte azzurre....con qualche scaglia di mandorla sopra.
Ingredienti
albumi di uovo....e pari peso di zucchero semolato.
un cucchiaino di succo di limone.
Ho messo gli albumi e meta' dello zucchero nella ciotola dello sbattitore e ho messo in funzione fino a farli montare belli sodi aggiungendo piano piano lo zucchero rimasto e aggiungendo alla fine il succo di limone e il colorante.
Ho messo tutto nello saca poch e ho fatto la forma di meringa sulla placca del forno ricoperta di cartaforno.
Sopra le meringhe ho messo anche le scaglie di mandorla e le ho fatto asciugare (non vanno fatte cuocere) in forno a 100° per quattro ore e le ho lasciate poi nel forno spento per tutta la notte.
Eccole qui le mie meringhette....semplicissime da fare e adorate dai bambini, soprattutto la mia.....

BOMBOLONI....CON LIEVITO MADRE

Hello!! ciao a tutti, e' un po' di tempo che non mi faccio viva sul blog. Infatti e' vero, ma ho avuto un po' di problemini ultimamente, poi ci si e' messo anche il caldo....beh! meno male, direte voi, ma sinceramente 38° mi sembrano un tantino esagerati, anche perche' mi trovo in quei del "ramo del lago di Como...ecc.ecc" e non all'equatore per avere un caldo cosi' esagerato.
Comunque tra lavoro e casa, reisco ancora a concedermi un pochino di tempo alle mie passioni.
Approposito il mio "bimbo" e' ancora vivo...ormai ha tre mesi e continua a far sfornare briochine e dolcetti vari in continuazione, anche perche' con questo caldo lo devo rinfrescare ogni due giorni e non ogni tre come prima...altrimenti rischierei di farlo diventare acido e l'idea di mettermi di nuovo all'opera per farne un altro, mi fa venire il mal di testa solo a pensarci.
Le brioches ormai sono all'ordine del giorno, ma un sabato pomeriggio mentre stavo rinfrenscando il "bimbo" mi e' venuta voglia di mangiare i bomboloni alla crema.
Cosi' ho sostituito il lievito di birra con il lievito madre alla ricetta che avevo.
Dopo un po' di lievitazione (col caldo e' decisamente diminuito il tempo necessario per la lievitazione) ecco i miei bomboloni alla crema.
Devo dire che erano delle vere e proprie bombe, perche' la crema era davvero tanta e nel mangiarli si rischiava l'esplosione della crema......ma erano una vera goduria!!!
Ecco qui la fotina.....a dire il vero ne avevo fatti sette belli grossi.....ma non ho resistito prima della foto e me ne sono pappati due.......golosastra che sono!

Ecco qui la ricettina.
Ingredienti:
500 gr di farina (ho mischiato meta' 00 e meta' manitoba)
250 ml latte
200 gr lievito madre
80 gr di zucchero
100 gr di burro
30 gr di sale
un cucchiaino di essenza di vaniglia
olio di semi per friggere
zucchero semolato oppure a velo per la finitura.
Mescolate tutti gli ingredienti e formare un bel panetto piuttosto morbido.
Lasciate lievitare per 3 ore, dopodiche' stendete l'impato allo spessore di un cm circa.
Con il tagliapasta di cm 8 fate tanti dischi che lascerete lievitare ancora per un paio d'ore prima di friggerli.
Un trucchetto che ho usato io. Siccome una volta che si e' data la forma ai bomboloni si rischia dopo la lievitazione di farli "ammosciare" nel prenderli.
Io ho tagliato dei quadrati di carta forno e li ho messi sotto a ogni disco di pasta e li ho poi messi in forno spento a lievitare.
Quando l'olio era bello caldo ho sollevato i quadratini di carta e li ho tuffati nell'olio ....tolti poi con una pinza per frittura.....almeno cosi' i bomboloni rimangono belli tondi....
Si possono farcire con crema pasticcera (come ho fatto io), oppure con la marmellata o anche con la nutella.
Sono davvero buoni , provare per credere.....^-^
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...