AMICI CHE SEGUONO IL BLOG

lunedì 31 maggio 2010

BRIOCHES.....CON RICOTTA

Ehhhh sì! il mio "bimbo" va davvero alla grande!
Casa mia mi sembra ormai un panificio...ogni giorno si sforna qualcosa di nuovo.
Stamattina ore 05,30 (un vero trauma visto che e' lunedì) mi sono alzata a infornare il mio nuovo esperimento.
In pratica sono delle brioches a base di ricotta riempite con marmellata.
Ingredienti:
350 gr di manitoba
2 tuorli
150 gr di lievito madre (il mio bimbo)
25 gr di burro
120 gr di zucchero
80 gr di ricotta
25 gr di limoncello
marmellata a piacere
Latte quanto basta per rendere l'impasto bello elastico.
Si impasta tutto assieme (io ho usato la mia planetaria)aggiungendo il latte un po' per volta in modo da rendere l'impasto ben elastico.
Ho messo l'impasto in una ciotola coperta da pellicola e l'ho fatto lievitare per 6 ore.
La sera ho tirato una sfoglia di 1 cm., ho tagliato il tutto a triangoli, li ho riempiti con un cucchiaio di marmellata, li ho chiusi dando la forma dei cornetti e li ho poi adagiati sulla placca del forno ricoperta di cartaforno.
Li ho messi a lievitare per tutta la notte nel forno e stamattina alla traumatica ora sopracitata, li ho prima spennellati di latte e spolverizzati con zucchero semolato. Li ho fatti cuocere in forno gia' caldo a 180° (statico) per circa 20 min.
e una volta raffreddati li ho spolverizzati di zucchero a velo.
Sara' anche stato un trauma alzari a quell'ora, ma......volete mettere mangiarsi le briochine belle fresche di prima mattina?!!!....vedere poi i tuoi che se le mangiano di gusto e' una vera soddisfazione!

domenica 30 maggio 2010

GATTO ......SILVESTRO

Mi e' tornata l'amigurumite...Ebbene sì, quando ho visto questo gattone, ho voluto farlo subito....non potevo resistere!!!
Con della lana che avevo gia', mi sono messa a uncinettare e così alla fine e' uscito questo miciotto che abbiamo chiamato Silvestro....
Eccolo sul davanzale della finestra a godersi il bel sole di oggi.

Qui invece ha fatto subito amicizia con Mirtillo....il coniglietto di casa....dalla faccia del coniglio pare apprezzare il nuovo amico.

CORNICE PORTAFOTO .....ANGIOLETTO

Di libri e libretti con pupazzi e pupazzetti ne ho tanti.
Ma su uno avevo visto una cornice portafoto con un angioletto di stoffa.
Mi sono sempre promessa di farlo un giorno, magari per fare un pensierino a un'amica con dei bimbi piccoli.
Quale occasione migliore allora per festeggiare il nuovo bimbo in arrivo di Elena??!
Così ho preso una cornice di legno, l'ho dipinta di azzurro (versione maschietto) e poi con il cartamodello ho fatto un angioletto da applicare sul retro della cornice.
Ho poi stampato la preghierina e ho confezionato poi il tutto.
Alla fine ho ottenuto questo angioletto dalla faccia furbetta.

VENTAGLI DI PASTA SFOGLIA

Stamattina mi son detta:"che dolce faccio per oggi che e' domenica?".
Mi sono ricordata che in frigor avevo ancora della pasta sfoglia.
Tempo fa avevo visto su un libro di cucina i ventagli di pastasfoglia, che sono i biscottini preferiti di mia figlia.
Ho steso la sfoglia a rettangolo e invece di usare la farina sul piano di lavoro, ho messo lo zucchero a velo.
Per trovare la meta' della pasta l'ho piegata in due e l'ho aperta di nuovo.
Ogni meta' l'ho piegada di nuovo su se stessa in modo da farli combaciare.
Ho piegato di nuovo le meta' ottenute verso il centro e ho poi sovrapposto le 2 meta'.
Ho messo in frizer per 15 minuti la pasta in modo da farla raffreddare bene.
Poi con un coltellino affilato, ho tagliato i biscottini e li ho stesi sulla placca del forno ricoperta di cartaforno, li ho spennellati con un po' di latte e splverizzati con zucchero semolato.
Ho messo i biscotti a cuocere in forno gia' caldo (statico) per 20 minuti circa a 190°. E alla fine sono rimasti così.

E qui un primo piano dei ventaglietti di pastasfoglia.....buonissimi anche questi!!

giovedì 27 maggio 2010

PORTAMESTOLI DECOUPATO.

Oggi per me e' stata una giornata davvero indimenticabile!! La mia Amica Andreina mi e' venuta a trovare........non stavo piu' nella pelle, da due giorni non riuscivo nemmeno a dormire...ero troppo gasata dall'emozione....
Per farle un pensierino (non potevo certo accoglierla a mani vuote) le ho preparato questo portamestoli decoupato.

Qui un'immagine del vaso decoupato.

domenica 23 maggio 2010

UNA NUOVA PIGOTTA

Siccome Giulia era stata invitata a un compleanno, ho voluto preparare una pigotta. Con un po' di stoffina e qualche pizzo, e' saltata fuori questa pigotta piccina.

SFOGLIAFROLLE ALLE GOCCE DI CIOCCOLATO

La ricetta di questi biscottini l'ho trovata su una vecchia rivista di cucina.
Ho voluto collaudarla e....visto che hanno avuto successo in famiglia, voglio proporvi la ricetta.
Ingredienti
2 rotoli di pasta frolla sottile
2 rotoli di pasta sfoglia
gocce di cioccolato quanto basta
latte per spennellare
zucchero semolato.
Srotolate la pasta frolla su un piano di lavoro
spennellatela con il latte e cospargete di gocce di cioccolato.
Stendeteci sopra la pasta sfoglia, spennellate anche questa con il latte e cospargetela di gocce di cioccolato.
Srotolateci sopra la pasta frolla , spennellate di latte e cospargete le gocce di cioccolato.
Per finire srotolate la pasta sfoglia, spennellate di latte, ma questa volta niete gocce di ciccolato (se le avete avanzate.....mangiatele pure come ho fatto io)
Scaldate il forno a 200° (forno statico)
Tagliate dalla pasta ottenuta dei bastoncini che arrotolerete come delle caramelle.
Spennellate con il latte e spolverizzate con lo zucchero semolato.
Fate cuocere i biscottini per circa 20 minuti o finche' sono belli dorati.
E poi....tatataaaa eccoli qui i biscottini...ottimi con il the, ma anche a colazione non sono male.

Ed ecco qui un bel primo piano delle mie sfogliafrolle

Mi e' venuta un'idea....mi sa che la prossima volta le faro' con le uvette o magari anche con le mandorle tritate....urca che fame!!!

MARITOZZI FATTI CON ....."IL BIMBO"

E il mio "bimbo" c'e' ancora???..... Certo che c'e' ancora il mio lievito madre..e ...va..alla graaaande!!!
Adesso che e' arrivato finalmente il caldo, e' ancora piu' iperattivo di prima.
A parte le varie pizze, grissini e vari prodotti lievitati....sono riuscita a fare i maritozzi.....troooppo buoni!!!! io li mangio senza panna montata, almeno cosi' sono meno calorici...o almeno mi illudo che sia cosi'...anche perche' sono capace di mangarmene 10 in un solo pomeriggio.
Ecco dopo la lievitazione di tutta la notte, prima di metterli in forno.

Ingredienti:
200 gr di lievito madre
200 gr di farina 00
200 gr di farina manitoba
200 ml di latte tiepido
60 gr di burro fuso
100 gr di zucchero
70 gr di uvetta ammollata nel rum
1 cucchiaino di essenza di vaniglia (le piu' brave i semini di una bacca di vaniglia)
3 tuorli d'uovo.
Per spennellare i maritozzi
1 tuorlo d'uovo
1 cucchiaio di latte
1 cucchiaino di zucchero.
Sciogliete il lievito madre nel latte, poi aggiungete i tuorli, la farina, lo zucchero, l'essenza.
Impastate bene (io ho usato l'impastatrice, cosi' non mi sono sporcata le manine).
Poi mettete l'impsto in una ciotola e coprite con la pellicola, fate lievitare per 4 ore.
Poi riprendete l'impasto e impastate tutto con le uvete ammollate e ben strizzate.
Date la forma dei maritozzi e metteteli sulla placca coperta da cartaforno.
Lasciate lievitare tutta la notte.
Poi al mattino spennellateli con il tuorlo d'uovo sbattuto con il cucchiaio di latte e il cucchiaino di zucchero. Scaldate bene il forno a 180° (forno statico) e fateli cuocere per 18 min. Eccoli qui belli pronti da mangiare.

Magari non sono come quelli originali (chiedo umilmente scusa), ma sono buonissimi ve lo assicuro....io li faccio un giorno si e uno no.......morbidosi anche questi.

giovedì 20 maggio 2010

UN REGALO INASPETTATO!!!

Ieri pomeriggio mi suona il citofono di casa....correre...c'e' un pacco per lei, mi fa una gentil donzella.
Mah!! non ho ordinato nulla ...che caspiterina sara'? mi sono chiesta...
Mi si presenta un pacco ....torno in casa e Giulia (la solita curiosa) lo apre subito.....te pareva!! e meno male che era destinato a me....
Mi si presenta una bellissima scatola e tatatataaaaaa.. dentro c'era una delle bomboniere che la mia "mamma nonna Ivana" aveva realizzato per la Prima Comunione di sua nipote Chiara, con l'aiuto di Paoletta e di Raffaella.
Devo ringraziare di cuore Ivana per avermi fatto l'onore di averne una anchio.....e' bellisssssssimaaaa! e voglio fare a lei e alle sue collaboratrici i miei migliori complimenti....dal vivo ve lo assicuro sono ancora piu' belle......le foto come dico sempre non rendono giustizia ai lavori che si fanno......complimentoni ancora e...grazie di cuore.
ed eccola in tutta la sua bellezza!

martedì 18 maggio 2010

ALBUM PORTA FOTO ..DECOUPATO

Ciao a tutti, finalmente riesco a riavere il mio pc.....sara' strano ma ormai e' diventato a casa nostra come un elettrodomestico....avete presente il frigorifero, la lavatrice ecc.ecc....ecco e' proprio cosi'.
A causa di un "problemino" dovuto a un virus e alla rottura della ventola del suddetto , siamo rimasti senza per tutta la settimana...caos totale....cosa facciamo senza pc??? ci siamo praticamente chieste io e mia figlia...mio marito no...lui ha un rapporto inversamente proporzionale con tutto cio' che ha a che fare con l'elettronica...diciamo pure che e' proprio negato.
Ho passato un giorno interno prima di poterlo portare dal "the doctor del pc" a salvare tutto cio' che potevo, ma sara' stata la fretta o chissa' cosa, mi sono scordata di salvare la cartella con le foto di tutti i miei lavori (errore Madornale!!)...e..come si dice chi e' causa del suo mal...pianga se stesso!!
Per fortuna che esistono le mie amiche...e in particolare mi riferisco a Ivana.
Il mio angelo di salvezza.
Per fortuna aveva fatto la foto dell'album decoupato che avevo fatto come sorpresa per sua nipote....la bimba che ha fatto la prima comunione domenica scorsa.
Cosi' ho potuto salvare il salvabile e grazie a lei vi posso mostrare la foto del lavoro che ho fatto.
In pratica e' un album porta foto verniciato con colore acrilico perlato, ho applicato poi un' immagine con una fatina scelta dalla mia consulente personale Giulia. Dopo varie mani di vernice protettiva, ho applicato dei nastri di organza con un bel fiocco.
Meno male che c'e' Ivana...altrimenti tutto cio' sarebbe stato solo un "ricordo"...GRAZIE IVANA SEI GRANDEEEEE!!!

venerdì 7 maggio 2010

ALTRO REGALINO.....PER LA FESTA DELLA MAMMA

Mentre stavo preparando il regalino per la festa della mia mamma, ho visto mio marito che era un po' pensieroso.....pareva pensasse..."e io che regalo alla mia mamma???!!!"...non c'e' problema...ci penso io!
Tempo fa a una festa di paese avevo visto in un mercatino di articoli artigianali delle bellissime roselline.....curiosa come sono le ho osservate bene....sicuramente erano fatte di carta crespa....ma avevano un qualcosa in piu'.....erano dure.
Cosi' dopo un po' di prove (mi ci e' voluta una bella settimana di tentativi....e le cartiere me ne saranno sicuramente grate..visto il consumo che ho fatto di carta crespa), ma alla fine sono riuscita a realizzare le mie roselline.
Eccole qui.......

e qui di seguito un bel primo piano delle mie roselline paraffinate




Ma poi, una volta finito il mazzetto di roselline, mi sono fatta la solita domanda....e adesso come le confeziono??? .....
Cosi' mi sono ricordata che da qualche parte della cantina avevo un vaso grezzo di legno acquistato qualche tempo fa.
Me lo sono preso e dopo averlo decoupato (ogni tanto bisogna rispolverare le vecchie passioni) ho realizzato questo vaso portafiori.



Ed ecco come ho confezionato tutto il regalino per la mia suocerina......
Mio marito e' rimasto molto soddisfatto (incredibile ma vero!!) e mi ha anche detto....se non ti avessi visto mentre le facevi...giurerei che sono vere!
Ussignur!!! mi fa i complimenti mio marito??.....ocio donne ritirate i panni perche' mi sa che continuera' a piovere per un bel pezzo.....
Speriamo che il pensierino piacera' anche alla suocerina.

SCATOLINA DECOUPATA

Per confezionare un regalino a una bimba che fara' la Prima Comunione il 16 maggio, ho voluto "incartarlo" in una scatolina decoupata da me.
Il contenuto???.....sorpresa!!! non posso svelarlo......visto che non l'ha ancora aperto......

PER LA FESTA DELLA MAMMA

Domenica e' la festa della mamma.....auguri a tutte le mamme del mondo!!!
Per la mia mamma sono riuscita finalmente a prepararle il regalino.
Dopo tanto lavoro, sono riuscita ad assemblare i vari pezzi.
Ve li ricordate il centro di pizzo bruges rosso, le presine e le roselline all'uncinetto di qualche post precedente ?
Ho preso un vaso di vetro con il tappo di legno...ho decoupato il tappo con il craquele'. Ho incollato sul tappo le tre roselline, poi dentro il vaso ho messo le due presine, un sacchetto di cioccolatini (i baci famosi....non dico la marca tanto non mi pagano la pubblicita'), e il tutto e' venuto cosi'
.
E adesso come lo confeziono?...mi son detta.
Poi ho avuto un'idea, anziche' dare il centro di bruges cosi' com'era, l'ho usato a mo di carta regalo....ideona!! e questo e' il risultato.
Vi piace??

AQUARELLE IN CARPIONE

Probabilmente qualcuno visitando il mio blog si sara' chiesto.....ma questa qui fa solo dolci e pizzette???
E no!! si mangia anche altro a casa nostra.....
Per esempio l'altro giorno stavo parlando con la mia Amicona Ivana che aveva preparato le sarde in saor....e cosa sono le faccio io??....in pratica quasi come il pesce in carpione che faceva la mia mamma, solo che in modo un po' diverso.
Ieri ero in ufficio e...a un certo punto, sara' stata anche l'ora, sta di fatto che mi e' venuto un certo languorino........voglio fare il carpione mi son detta!!
Così ho comprato le aquarelle (in realta' ci vorrebbero le alborelle, un pesce di lago, ma ultimamente non si riesce piu' a trovare nei negozi).
Il pomeriggio di ieri l'ho passato a friggere e a preparare la bagna per i pesciolini a base di olio, cipolla e aceto....ho fatto a occhio come faceva la mia mamma e......tatataaaa.....ieri sera ce lo siamo pappato quasi tutto....ecco la fotina.
Cipolle direte voi?? blaaaa.....e invece sono buonissime perche' sono tipo in agrodolce per intenderci. Ecco la fotina

mercoledì 5 maggio 2010

ALBUM PORTAFOTO.....IN FELTRO

Un mio collega, il mese scorso e' diventato papa' di un bellissimo bimbo.
Per fargli un pensierino, gli ho voluto regalare questo album portafoto in feltro.
Ho preso un album portafoto senza copertina, ho fatto in feltro la copertina e ho applicato sopra un orsetto con un cuore azzurro "versione maschietto".
Ho fatto anche la scatola con il cartone ondulato (e' stata dura...ma i vecchi ricordi di catonaggio, mi sono serviti a qualcosa).

Qui e' il particolare dell'orsetto.

martedì 4 maggio 2010

FOCACCIA CON I POMODORINI

Devo proprio ringraziare la mia Mitica Amica Ivana, senza di lei, probabilmente non sarei mai riuscita a fare il lievito madre.
Il "bimbo" (cosi' come chiamo io il lievito madre), continua a produrre...e...che buonissime cose si possono fare!
Peccato pero' per i fornai......e' in effetti un po' di tempo che non compro piu' il pane.....infatti, cosa c'e' di piu' buono della focaccia???, magari appena sfornata??.
Cosi' ieri sera....avevo voglia di usare i pomodorini che avevo in frigor.
Ho preso il mio "bimbo" ho aggiunto farina 00 e farina manitoba, sale olio (le dosi??? ormai vado a occhio...mi sto veramente specializzando) un po' di pomodorini tagliati a fettine, origano e olio sopra e.....ecco qui prima di infornare

Dopo 25 min circa a 180° (forno statico come mi raccomanda sempre Ivana) e....tatataaaa...ecco qui la mia buonissima focaccia ai pomodorini......la foto non rende....ho sempre detto che come fotografa non valgo un soldo bucato....pero'....me la cavo in cucina che e' decisamente meglio no???

domenica 2 maggio 2010

CON LE ROSE DI ORIETTA.......

Credo di averne gia' parlato in qualche post precedente....anche io sono iscritta al forum "www.conlemani.net" e tra i bellissimi lavori postati dalle varie iscritte...c'erano delle bellissime rose fatte da "mamma Orietta".
Grazie alle sue istruzioni sono riuscita a realizzarle anch'io...poi ho fatto alcune modifiche, nel senso che ho fatto le foglie e i sepali dei fiori.
Mentre le facevo mi e' venuta un'idea, sempre approposito della festa della mamma.....ora sto terminando il lavoro......anche se non riesco a combinare un granche'....a causa di un maledetto mal di schiena che mi continua a perseguitare in questi giorni...ma piano piano riusciro' a finire il lavoro...
Per il momento vi faccio vedere le prime roselline.....vi piacciono???
Comunque ringrazio ancora di cuore la mia Amica Orietta....senza di lei non ci sarei mai riuscita...ciaooooooo!

BRIOCHES CON IL LIEVITO MADRE

Con il "bimbo" sto continuando a produrre...e...diciamo pure che ci sto anche prendendo gusto....
Oggi primo maggio (approposito auguri a tutti i lavoratori!!)ero a casa ....un po' di riposo ogni tanto ci vuole.....cosi' ieri sera mi sono messa a fare le brioches con il lievito madre...
Sempre con l'aiuto della macchina del pane per impastare gli ingredienti (cosi' non mi sono sporcata le manine)
Ho sciolto in 200 ml di latte tiepido, 200 gr di lievito madre (usandolo come se fosse il lievito di birra....ma il risultato e' tutta un'altra cosa).
Ho aggiunto 60 gr di burro fuso, 3 tuorli d'uovo, 110 gr di zucchero, 200 di farina 00 e 250gr di farina manitoba.
Un cucchiaino di essenza di arancia, ho fatto impastare e lievitare per 3 ore...dopodiche' ho steso la pasta a forma circolare e con la rotella per la pizza ho tagliato tanti triangoli.
Alcuni li ho riempiti di marmellata e altri no (perche' a Giulia non piacciono con la marmellata).
Ad altre ho dato la forma circolare e le ho poi messe sulla placca da forno.
Le ho fatte riposare dentro nel forno per tutta la notte e al mattino erano cosi'

Le ho poi spennellate con del tuorlo d'uovo diluito con poco latte...e le ho fatte cuocere per 18 min a 180°.
Ecco il risultato.......straordinariamente sofficioso e buonissimo ....mio marito ha preso la scusa di voler assaggiare quelle con la marmellata....non le trovava cosi' ne ha mangiate 3 a colazione....


Ciumbia!!!! nella fretta mi stavo scordando di farvi vedere come sono dentro.....sofficiosamente buonissime!

sabato 1 maggio 2010

PIZZO DI BRUGES ROSSO.....GRAAANDEE!!

Quando ho visto lo schema di questo centro, sono rimasta un po' perplessa...mi son detta ....ma riusciro' a farlo??....in effetti e' un po' piu' difficile rispetto al primo che avevo fatto...c'erano dei giri in piu', ma la cosa che mi spaventava e' il fatto di doverlo lavorare in rosso...."cecata" come sono mi avrebbe mandato sicuramente la vista in tilt.....e cosi' e' stato, ma se lo avessi fatto col colore bianco ...conoscendo mia mamma...non lo avrebbe mai usato per paura di sporcarlo.
Cosi' il rosso mi sembrava il colore piu' adatto, anche perche' so che a lei piace...ma per la festa della mamma non finiscono mica qui le sorprese....eeehhh! ho nella testolina alcune idee.......nei prossimi post vi faro' vedere...ciaooo!!!

PRESINA.....MAIALINO

Sempre per la festa della mamma, ho fatto anche questa presina...come soggetto c'e' un simpatico maialino rosa......per essere la prima che faccio a due colori ....a me e' piaciuta speriamo anche a voi...e..soprattutto a mamma...^-^

Ed eccole qui le mie presine messe assieme...che dite stanno bene ...vicine vicine??

PRESINA QUADRIFOGLIO

La mia Amica Serafina e' una maga a fare le presine...le sue sono sempre bellissime...io ci ho provato, pensando alla festa della mamma che ormai e' alle porte...
Nei meandri della mia cantina ho trovato una vecchia rivista sulla quale c'erano le istruzioni per fare questa presina....mi e' piaciuta subito e cosi' ho provato a farla.....beh!! non sara' come quelle che fa "zia Serafina", ma tutto sommato da un po' di allegria e...visto il soggetto speriamo che porti pure fortuna.

GRISSINI E FOCACCIA AL ROSMARINO

Casa mia, sembra quasi un panificio...il "bimbo" continua a crescere e a dare nuovi frutti.
Ho voluto provare a fare i grissini e sono riusciti davvero buonissimi....sembrano proprio quelli freschi che si comprano dal panettiere.
Nella foto sono rimasti pochi..infatti mentre li sfornavo sparivano subito!

E della focaccia al rosmarino....ne vogliamo parlare???.....aaaahhh!! a me piace tantissimo....forse piu' del pane.....e qui vi mostro la mia focaccia appena sfornata.
Era bella sofficiosa....e in poco tempo e' sparita anche quella....

PRIMA PIZZA CON LIEVITO MADRE

Cosa fare col lievito madre???......la pizza mi sono subito detta la prima volta che dovevo iniziare a usare questo nuovo lievito.
Cosi' impastando 200 gr. di lievito madre
250 gr di farina manitoba
200 gr di farina 00
200 ml di latte tiepido
1 cucchiaino di sale
3 cucchiai di olio d'oliva
Io per fare prima ho messo tutto nella macchina del pane e dopo 2 ore di lievitazione ho steso la pasta sulla placca del forno ho lasciato lievitare ancora per 2 ore fino a che l'impasto si e' raddoppiato di volume.
Ho fatto cuocere in forno caldo a 180° per circa 25 min.
e ecco la mia pizza

CRONACHE......DI UN LIEVITO MADRE

Ciao a tutti, e' un po' che non sistemo il blog...e mi sa che e' giunta l'ora di aggiornarlo un pochino....ho avuto le ultime due settimane un po'...."incasinate", ma nonostante tutto sono riuscita a concludere qualcosa...anche se continuo a insistere che per me ci vorrebbero le giornate di 48 ore...almeno così riuscirei a combirare qualcosa in piu'.
Lievito madre???....che sara' mai questa cosa "sconosciuta".....qualcosa giunta da un altro pianeta???.....e' da un po' che ne sentivo parlare sia sul web e tra amiche mie.....ma l'idea di mettermi all'opera per farlo "nascere", mi spaventava un pochino.
Poi pero', grazie alla mia carissima Amica Ivana, mi sono lasciata trascirare.
Così seguendo i suoi consigli preziosissimi, sono riuscita a mettere al mondo "la cosa"....cosi' come la chiama mia figlia.....in effetti mentre la si crea ha un aspetto abbastanza inquietante...visto che da soli 100 gr di farina, 100 gr. di yogurt, un cucchiaino di zucchero e da 50 gr di acqua....si ottengono alla fine del settimo giorno la bellezza di quasi 5 kg di lievito madre......ebbene sì sembra incredibile ma e' vero...l'unica cosa importante e' creargli un ambiente adatto..o meglio pare proprio "figlio"mio, perche' per crescere bene e non avere problemi, ha bisogno del caldo.....e ultimamente qui da me...non e' che la temperatura esterna mi abbia aiutato molto, infatti la primavera deve avere cambiato indirizzo,infatti da me proprio non si vede.
A parte gli scherzi...cose' il lievito madre???
E' un lievito naturale che viene utilizzato soprattutto in pasticceria, dal quale si possono ottenere i piu' svariati prodotti lievitati, dalla pizza, la focaccia, il pane le brioches, il panettone ecc ecc.
A differenza del lievito di birra (piu' pratico quest'ultimo, perche' non necessita di particolari cure), il lievito madre e' a mio parere adatto a coloro che hanno dei problemi di digestione e oltretutto i prodotti che si ottengono sono piu' facili da conservare, perche' durano di piu'...anche se e' difficile, perche' una volta sfornato ...in quattro e quattrotto sparisce tutto subito.
Per ottenerlo e' abbastanza facile...e una volta attivato puo' durare anche anni, bisogna solo avere l'accortezza di rinfrescarlo ogni 3 o 4 giorni...altrimenti il "bimbo" (come lo chiamo io)...muore.
Partendo dalle dosi sopracitate si procede come segue:
PARTE PRIMA
GIORNO 1
Mescolare pari quantità di yogurt bianco magro e farina zero e mezza parte di acqua. L'impasto viene poi lasciato a temperatura ambiente e coperto con un telo per 24 ore.

GIORNO 2
Il giorno dopo si priva l'impasto della crosta che si forma esternamente. Si pesa il cuore del lievito e lo si mescola nuovamente con pari peso di farina e mezzo peso di acqua. L'impasto viene nuovamente lasciato a temperatura ambiente coperto con un telo per altre 24 ore.

GIORNO 3
Ripetere il procedimento del giorno 2

GIORNO 4
Ripetere il procedimento del giorno 2

GIORNO 5
Ripetere il procedimento del giorno 2

GIORNO 6
Al sesto giorno la quantità di lievito ottenuta sarà ingente: privato della crosta andrà tuffato in acqua fredda leggermente zuccherata per essere lavato. Tenerlo a bagno per 20 minuti circa.
A questo punto è possibile misurare l'acidità del lievito con una cartina di tornasole.
Strizzato, si mescolerà con il suo peso di farina e metà peso di acqua per 4 volte, a intervalli di 4 ore.
Da uno yogurt e un etto di farina otterremo così alcuni chili di lievito madre.

GIORNO 7
Procedere con l'ultimo rinfresco dei 4 previsti il giorno 6.
A questo punto il lievito è pronto per essere utilizzato.
Si conserva in frigorifero e si utilizza in quantità ingenti (si arriva anche al 30%) per gli impasti.

GIORNO 10: Rinfresco periodico
Periodicamente, almeno ogni due o tre giorni, il lievito va rimpastato con una parte di farina e mezza di acqua per mantenerlo in vita.
Alla fine di tutto questo procedimento si ottiene una tinozza di lievito come questa


Non spaventatevi, ma in effetti anche a me risultava incredibile una cosa del genere....poi a furia di "panificare" sono riuscita a ridurre la quantita' da tenere in frigor.....eccolo qui nella sua piena attivita'....con tutte le sue belle bolle.


Ora che e' "nato" me lo curo bene bene come se fosse un bimbo....da' tante soddisfazioni e, dopo un po' di pratica diventa sempre piu' facile utilizzarlo.
Per chi volesse intraprendere quest'avventura ......lascio i miei migliori auguri..ciaoooooo!
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...